giovedì 3 dicembre 2020   Login
 
 
 
La figlia del Podestà Riduci 
 
     
 
 
  Riduci 
 

Andrea Vitali prende spunto da un amore contrastato per raccontare, con il romanzo La figlia del podestà, il sogno di grandezza di un podestà di provincia, la voglia di emancipazione e di sviluppo di un paese affacciato sul lago di Como che ambisce a diventare il numero uno attraverso una modernissima linea di idrovolanti. Abile come sempre, il medico-scrittore disegna personaggi indimenticabili (che spesso hanno il suo stesso cognome!) che si passano il testimone generazione dopo generazione, dando vita a intrecci familiari intricati, dove segreti e rivelazioni giocano un ruolo di primaria importanza. L’Italia del ventennio raccontata da Vitali è esilarante, per niente diversa dagli anni che l’hanno succeduta perché l’obiettivo indagatore è puntato sulle principali caratteristiche del genere umano: ambizioni, invidie, sospiri che vanno oltre il tempo e lo spazio. Lettura godibilissima per un narratore che si legge d’un fiato e che, pur parlando di molti vizi e ben poche virtù, ci fa chiudere l’ultima pagina con il sorriso sulle labbra.

     
 
Copyright (c) 2000-2007 - Associazione Culturale ARIEL - P.I. e C.F. 03399130966 - DotNetNuke