martedì 22 settembre 2020   Login
 
 
 
Il Flauto magico Riduci 
 
     
 
 
  Riduci 
 

Il flauto magico, in tedesco: Die Zauberflöte, K 620, è un opera in due atti composta nel 1791 da Wolfgang Amadeus Mozart su libretto di Emanuel Schikaneder. L’opera è in forma di Singspiel, una forma popolare tedesca che includeva accanto al canto anche dialoghi parlati. Iinizia con tre potenti accordi, ripetuti tre volte, in cui predomina il solenne colore di tre tromboni; dopo un grandioso fugato, ecco risuonare ancora i tre accordi. Il tema musicale ritorna tre volte, ed ancora tre le damigelle, tre i geni, e (nel cast originario) tre gli schiavi, tre i sacerdoti, tre i Templi (Natura, Ragione e Saggezza) e tre le prove che Tamino deve superare per purificarsi. (secondo alcuni era un’opera massonica proprio perché ricorreva frequentemente il numero tre, il numero sacro per la massoneria). Ma "Il flauto magico" non era un'opera misteriosa, ma era scritta per piacere ad un pubblico più vasto possibile, attingendo alle tradizioni del teatro popolare viennese che proponeva, specialmente nelle scene per Papageno, un tipo di amore semplice ed un po' buffonesco. Infatti l'opera fu un grande successo che risollevò lo spirito di Mozart che, ammalato da qualche settimana, era piuttosto depresso.

     
 
Copyright (c) 2000-2007 - Associazione Culturale ARIEL - P.I. e C.F. 03399130966 - DotNetNuke