mercoledì 13 novembre 2019   Login
 
 
 
Il partigiano Johnny Riduci 
 

     
 
 
  Riduci 
 

E’ sempre così con i capolavori della letteratura, diventano spontaneamente dei classici.

Sono passati 50 anni dalla prima edizione del 1968 de Il partigiano Johnny di Beppe Fenoglio, eppure tutti questi anni non li dimostra perché è un romanzo di un’attualità impressionante.

Le guerre a cui assistiamo più o meno indifferenti negli ultimi anni, la fine del pacifismo di massa, il non sapere a che prezzo fu conquistata in Italia la democrazia dopo la dittatura fascista, trovano un contraltare in questo romanzo e nei tempi in cui è ambientato, quando ancora valori come patria e libertà avevano un senso, si era intransigenti nella loro difesa e si era disposti a morire per essi.

     
 
Copyright (c) 2000-2007 - Associazione Culturale ARIEL - P.I. e C.F. 03399130966 - DotNetNuke